F1 – Hakkinen: Quanto accaduto in Canada rovina l’immagine della Formula 1

F1, Penalità Vettel in Canada: Mika Hakkinen si schiera dalla parte di Sebastian Vettel e Lewis Hamilton

Anche il campione del mondo di Formula 1 1998 e 1999 ha voluto dire la sua sulla penalità assegnata a Sebastian Vettel al GP del Canada.

hakkinen dice la sua sulla penalità a vettel

Hakkinen si aggiunge alla lista dei piloti che condannano la penalità inflitta a Vettel nel GP del Canada, settimo appuntamento del mondiale Formula 1. Il pilota finlandese pensa che sia Vettel che Lewis Hamilton, non avrebbero potuto fare nulla di diverso rispetto a quanto visto nella gara di Domenica.

Ecco le parole di Hakkinen durante un’intervista ad Unibet:

HAKKINEN: L’unica cosa certa che posso dire su Sebastian Vettel, è che io avrei fatto la stessa identica cosa nella sua situazione.

Quando qualcosa va storto, il tuo istinto è quello di riprendere velocemente la pista e tenere dietro il tuo avversario. E’ assolutamente normale.

Sebastian sapeva che le sue gomme avevano raccolto un’infinità di roba: erba, polvere e marbles. La sua prima priorità è stata quella di portare l’auto nella traettoria di gara, dopo aver corretto un grande sovrasterzo.

Sebastian sapeva che alle sue spalle stava arrivando Hamilton, la sua seconda priorità è stata quella di restargli davanti. E’ un atteggiamento normale, quando si vuole vincere una gara.

Mika Hakkinen, a differenza di Helmut Marko, pensa che Lewis Hamilton non avesse molte opzioni per evitare l’impatto.

HAKKINEN: E’ importante considerare che Lewis poteva vedere cosa stava succedendo e si poteva preparare al meglio. Alcune persone pensano che Lewis avrebbe potuto passare Vettel all’interno, ma questo non ha senso.

Quando stai andando a massima velocità, l’auto ti porta automaticamente a destra, ovvero nella traettoria ideale. Hamilton sapeva che poteva provare a superare o frenare, per evitare il contatto. Ha scelto la seconda.

Secondo Mika Hakkinen, i tempi e la modalità con la quale è stata assegnata la penalità sono stati del tutto errati:

duello vettel hamilton gp del canada

HAKKINEN: La penalità ha rovinato la gara e lo spettacolo di milioni di spettatori. I giudici dovevano esaminare il tutto dopo la gara, insieme ai piloti e a dei dati certi. Cosi gli spettatori avrebbero assistito a una vera gara, fino alla fine.

Le due auto non si sono toccate, non ci sono state collisioni o danni alle auto. Sebastian e Lewis hanno fatto quello hanno dovuto, entrambi hanno lasciato il giusto spazio.

Mika poi confronta questa F1 con quella dei suoi tempi, dove le attività dei commissari erano ridotte all’osso. E pensa che la nuova direzione gara dovrebbe badare maggiormente all’immagine della Formula 1.

HAKKINEN: Se guardo indietro nella mia carriera, penso che io e Michael avevamo molta più libertà. Se ai tempi avessimo corso con le regole attuali, avremmo avuto centinaia di penalità di 5 secondi.

Io penso che bisognerebbe concedere più libertà ai piloti e che le decisioni dovrebbero essere prese sempre nell’ottica di non andare a ledere la reputazione del nostro sport.

Charlie Whiting era molto bravo in tutto questo.

>> AGGIORNAMENTO: FERRARI RITIRA IL RICORSO CONTRO LA PENALITA’

E voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con le parole di Mika Hakkinen riguardo la penalità di Vettel al Gp del Canada? Parliamone nei commenti

 


One Comment

  1. Eliott Forte Reply

    Dopo il commento di Hakkinen che si aggiunge a tutti gli altri, vorrei che i giornalisti facessero una sola domanda a Totò Wolff: Se crede che la vittoria di Hamilton in Canada sia stata meritata. Dalla risposta risposta si può capire l’onestà intellettuale del dott. Wolff

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!