F1 – Ferrari in retromarcia: sarà di nuovo “Mission Winnow”

Dopo aver giocato a nascondino in Australia, con una variazione al nome del team per evitare problemi con le severissime leggi anti-tabacco della terra dei canguri (stessa cosa che probabilmente farà la Ducati per Phillip Island), la Ferrari fa retromarcia e chiede nuovamente alla FIA una modifica al nome ufficiale della Scuderia.

Dal Gran Premio del Bahrain si dovrebbe tornare quindi alla vecchia/nuova denominazione “Scuderia Ferrari Mission Winnow. Ovvero il nome che la Ferrari aveva adottato per la stagione 2019 al momento della presentazione, ma che finora non ha utilizzato se non al Circuito di Catalunya.

Di conseguenza, si rivedrà anche la stessa livrea presentata ufficialmente lo scorso 15 febbraio a Maranello e che abbiamo osservato nei test di Barcellona, dopo che per l’appuntamento di Melbourne la Scuderia aveva rimosso tutti i riferimenti a Mission Winnow. Non solo dalla livrea, ma ovviamente anche dall’abbigliamento e – per l’appunto – anche dal nome ufficiale.

È presto per dire se questa ennesima modifica sarà definitiva, e soprattutto se coinciderà con un atteso cambio di passo delle monoposto del Cavallino Rampante, che nel primo GP hanno deluso le aspettative di milioni di tifosi.

APPROFONDIMENTO > Che vuol dire Mission Winnow?

 

[fonti: RaceFans.net]


Share

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!