F1 – Ferrari saluta Mission Winnow?

RITORNO AL PASSATO – Non bastavano i problemi di affidabilità accusati nella seconda settimana di test a Barcellona per la Scuderia Ferrari che, un altro problema, si è materializzato a meno di due settimane dall’inizio del mondiale di Formula 1. Una vicenda che era iniziata all’ indomani della presentazione della nuova monoposto di Maranello, la SF90. Problemi legati al famigerato brand Mission Winnow dell’azienda di tabacco e storico partner commerciale della Ferrari, ovvero la Philip Morris.

Mission Winnow – La Scuderia di Maranello presenta la nuova monoposto 2019 con il nuovo title sponsor: Scuderia Ferrari Mission Winnow. C’è da dire però, che il logo MW figura sulle vetture italiane dallo scorso ottobre in occasione del weekend del GP del Giappone 2018.

L’antitrust australiano e la Codacons italiana, accortesi del richiamo alla famosa marca dell’azienda americana del tabacco, hanno chiesto un chiarimento giuridico sul presunto più o meno velato richiamo commerciale a prodotti legati al tabagismo. Una “pubblicità” anche se nascosta che è stata bandita definitivamente a partire dal 2011 sulle livree delle monoposto di Formula 1.
2010 – L’ultima monoposto del Cavallino Rampante a riportare un chiaro riferimento alla partnership commerciale con Philip Morris era stata la Ferrari F10. Ultimo anno in cui l’azienda americana campeggiava in modalità “nascosta” sia sulle monoposto, che dentro il logo del team italiano e sul vestiario degli uomini di Maranello.

CAMBIO LOGISTICO – Per evitare problemi giudiziari proprio in Australia tra due settimane il team dovrà rimuovere tutte le grafiche sulla SF90 comprensivo di logo, tute, cappellini, caschi, materiale logistico e abbigliamento del personale italiano. Ieri si è scoperto tutto ciò quando la FIA ha rilasciato la lista ufficiale dei team iscritti al campionato del Mondo di Formula 1 2019. Nella tabella infatti non compare più la denominazione “Scuderia Ferrari Mission Winnow” ma semplicemente “Scuderia Ferrari”.

Ferrari per evitare guai ben più gravi, se non bastavano già quelli di affidabilità della SF90, ha così deciso di tornare ad utilizzare momentaneamente il vecchio materiale del team. Censurare ogni riferimento a questo marchio che tanto aveva incuriosito gli appassionati e non negli ultimi tempi. A Maranello in queste ore si respirerà un clima non proprio rilassato vista anche l’immediata partenza per la non proprio vicinissima Australia.

Nel frattempo che questi problemi si risolvano per la Scuderia Ferrari, vi chiediamo cari membri del Clan come si presenterà la livrea “censurata” della SF90 sulle strade dell’Albert Park di Melbourne. Scrivetecelo nella nostra pagina Facebook e commentiamo insieme.

 

 

 

UNISCITI AL NOSTRO CLAN mettendo un like sulla pagina Facebook e raggiungici sul nostro Canale Telegram per commentare in diretta i principali eventi del Motorsport. Ti aspettiamo!

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!