F1 – Sebastian Vettel spiega perché la lotta con Leclerc è positiva per la Ferrari

Secondo Vettel, la Ferrari è convinta che avere due piloti come lui e Leclerc che spingano al limite la monoposto sia positivo per la Scuderia.

Se la tua squadra si chiama Ferrari e i tuoi piloti sono il 4 volte campione del mondo Sebastian Vettel e l’astro nascente della F1 Charles Leclerc, dovresti solo essere contento.  Questo è in sostanza il messaggio con cui il pilota tedesco della SF90 normalizza la rivalità con il compagno di squadra monegasco, cercando di trovare anche un lato positivo in un’annata – diciamo – sfortunata.

Sebastian Vettel sulla rivalità in Ferrari con Charles Leclerc:

Le parole del campione tedesco:

“Penso che sia qualcosa di positivo. Ci stiamo spingendo a vicenda [a migliorare].”

“Ma penso, con la massima correttezza e rispetto, di non aver mai avuto compagni di squadra ‘facili’ in passato. Non penso che Kimi sia lento. Ovviamente [Charles e Kimi] sono diversi, persone diverse prima di tutto, piloti diversi, con uno stile diverso.”

“Penso sia chiaro a tutti (per buoni motivi) che Charles sia molto talentuoso e molto veloce, quindi penso che sia una buona cosa per il team avere due piloti che spingano al massimo la vettura e ne esplorino i limiti, per provare a scoprirli e comprendere come risolverli.”

Sebastian Vettel e Charles Leclerc, Ferrari

Vettel vs Leclerc: ma è davvero tutto così semplice e tranquillo?

Diciamo che finora non c’è mai stata una bagarre tra i due ai livelli di Hamilton vs Rosberg. Le uniche piccole frizioni – che però hanno fatto parlare mezzo mondo – hanno riguardato principalmente la gestione dei piloti da parte del muretto box, come ad esempio quello che è successo nel Gran Premio di Cina.

Per il resto, forse parlare di una accesa rivalità è presto. Non c’è nulla di strano nella voglia di entrambi di fare bene. Vettel cerca il riscatto, ma soffre una vettura da cui non riesce mai a tirar fuori tutto il potenziale. Leclerc ha una voglia matta di fare bene, forse troppa. Ed ha avuto la sfortuna di arrivare in Ferrari in un’annata non proprio al top, tra monoposto al di sotto delle aspettative e una gestione delle strategie non sempre ottimale.


E voi siete cosa ne pensate? È positivo per la Ferrari avere due piloti come Leclerc e Vettel così talentuosi e pronti a battagliare entrambi per il campionato? Oppure diventa un rischio troppo grande nella gestione delle gerarchie, e quindi dei team order così poco digeriti dai tifosi?

Fonte: Crash.net


E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!