GP USA, Toto Wolff, la Mercedes F1 è ancora affamata di vittorie

F1 | Toto Wolff: “La Mercedes è ancora affamata di vittorie” – GP USA, Austin

Formula 1, GP USA, Toto Wolff detta la linea Mercedes per le ultime gare della stagione: dopo la vittoria in Messico, le Frecce d’Argento continuano ad essere affamate di vittorie e si aspettano di fare meglio dello scorso anno ad Austin

Il back-to-back da Città del Messico ad Austin, dà ulteriore energia al team di Toto Wolff in vista del GP USA di questo weekend. Dopo la vittoria di domenica scorsa la Mercedes torna infatti ad essere la favorita d’obbligo al GP degli USA, in programma questo weekend.

“Dopo il trofeo costruttori ottenuto a Suzuka, volevamo concludere questa stagione con stile. La gara in Messico ne è stata la prima prova”, ha dichiarato Toto.

“Ha sottolineato quanto sia ancora affamata questa squadra: tutti continuano a spingere per il miglior risultato possibile.”

“È stata la centesima vittoria per Mercedes-Benz nel campionato del mondo di F1 – una pietra miliare nella nostra tradizione motoristica e un risultato che testimonia l’abilità e la dedizione di molte persone che hanno contribuito alla nostra eredità. La prossima gara sul Circuit of the Americas è a pochi giorni di distanza e non vediamo l’ora di iniziare un’altra battaglia in pista.”

“Abbiamo un discreto track record ad Austin, ma lo scorso anno abbiamo avuto un fine settimana difficile in Texas mentre lottavamo con la gestione delle gomme. La W10 tratta le sue gomme più delicatamente della nostra auto del 2018, quindi quest’anno dovrebbe essere un problema minore.”

“COTA ha prodotto grandi corse con molti sorpassi, quindi speriamo in un’altra domenica spettacolare ad Austin. La folla di solito è molto entusiasta e sono sicuro che incontreremo molti nuovi fan grazie al successo della serie F1 Netflix negli Stati Uniti.”

“È bello vedere il crescente numero di spettatori televisivi nel mercato americano. Ci batteremo duramente per assicurarci che la gara di quest’anno contribuisca al crescente interesse per il nostro sport”, conclude Wolff.


E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!