penalità vettel, ferrari chiede il diritto di revisione

F1 penalità Vettel, Ferrari chiede il diritto di revisione! Ecco cosa significa

Ufficiale, Ferrari ricorre al diritto di revisione per la penalità assegnata a Sebastian Vettel nel GP del Canada

Ultime notizie sul discusso caso della penalità di Sebastian Vettel dello scorso GP del Canada di Formula 1. Ferrari ha ufficialmente presentato alla FIA, la volontà di ricorrere al “diritto di revisione“.

ferrari esercita il diritto di revisione

Ricorso Ferrari, cosa significa avvalersi del diritto di revisione?

Ma cosa vuol dire nel concreto, avvalersi del diritto di revisione? Dall’inglese, “right of review“. L’articolo 14 del regolamento prevede che team e piloti, possano utilizzare il diritto di revisione nel caso in cui emergessero  dati e nuove prove che non erano disponibili ai commissari al momento del primo giudizio.

>> VIDEO – VETTEL GUARDA NEGLI SPECCHIETTI SOLO DOPO AVER RIPRESO IL CONTROLLO DELLA SUA FERRARI

Il regolamento cita che tale diritto non può essere usato, se non in presenza di prove o evidenze significative. Quali dati o prove della non colpevolezza di Sebastian Vettel, avrà presentato la Ferrari agli organi FIA?

Le possibili prove Ferrari presentate al diritto di revisione

Oltre ai nuovi video usciti qualche giorno dopo la gara, secondo Motorsport.com, Ferrari starebbe cercando di far leva sui dati GPS. Maranello punta a dimostrare che la linea di Sebastian Vettel al rientro in pista, era stata abbastanza conservativa, proprio per evitare il contatto con Lewis Hamilton.

Vettel infatti non ha usato la solita traettoria di gara che prevede il passaggio rasente al muro, passando all’estrema sinistra. Il pilota Ferrari ha percorso una linea che l’ha portato più lontano da quella che era la sua solita traettoria da gara, percorsa invece da Lewis Hamilton.

Notizie penalità vettel, spunta un nuovo video che conferma la sincerità di vettel

Ferrari punta inoltre sul fatto che Vettel non ha fatto nessuna mossa o movimento di istruzione nel difendere la propria posizione. Il regolamento non prevede che Vettel dovesse cedere la posizione, visto che non ha ottenuto alcun vantaggio dal suo errore. Anzi, ha perso addirittura 1.7 secondi su Lewis Hamilton al termine di quel giro.

Diritto di revisione, cosa succederà adesso? Decisione oggi o domani

E’ a discrezione dei commissari, decidere se le nuove prove ed evidenze, siano abbastanza valide da richiedere o meno la riapertura del caso. Nel caso affermativo, saranno gli stessi giudici del GP del Canada a rivalutare il caso.

I commissari sono già riuniti per decide o meno se riaprire il caso. La decisione potrebbe arrivare addirittura oggi o nella giornata di domani. Ad ogni modo, non più tardi del GP di Francia, in programma questa domenica.

La decisione dei commissari, in merito alla presenza o meno di nuove prove significative, non potrà essere poi appellabile.

Nei giorni scorsi, sulla vicenda era intervenuto anche il presidente FIA Jean Todt, nella sua intervista al termine della 24 ore di Le Mans.

E voi cosa ne pensate? Riuscirà Ferrari a riprendersi ufficialmente la vittoria sottratta al GP del Canada?


E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!