f1 ferrari mattia binotto presenta il gp ungheria

F1 Ferrari, Binotto: in Ungheria con novità aerodinamiche

F1, Mattia Binotto definisce gli obiettivi Ferrari in vista del prossimo GP di Ungheria

Dopo un GP di Germania che ha visto Ferrari recuperare un grande Sebastian Vettel, non può passare inosservato il clamoroso doppio problema di affidabilità occorso durante le qualifiche, che ha condizionato pesantemente la gara, con Leclerc e lo stesso Vettel costretti a una difficile rimonta.

problema leclerc qualifiche germania

Lo sa bene Mattia Binotto, che ha coordinato il lavoro dei suoi uomini con l’obiettivo di evitare l’insorgesi di altre situazioni del genere, focalizzando il lavoro post gara sul fronte affidabilità.

Ferrari, l’SF90 adesso è davvero a suo agio in ogni tipologia di circuito?

Il tracciato dell’Hungaroring, sede del prossimo GP di Formula 1 in Ungheria, sulla carta non dovrebbe risultare favorevole alla caratteristiche della Ferrari SF90, anche se nell’ultimo gran premio, la monoposto ha mostrato un’inaspettato miglioramento nei tratti più lenti del circuito di Hockenheim.

Vettel e Leclerc infatti hanno segnato tempi molto simili a quelli di Mercedes e Red Bull nel terzo settore del tracciato, quello caratterizzato da curve più lente e insidiose.

Ferrari, in Ungheria con novità tecniche sulle SF90

Alla vigilia del week-end del GP di Ungheria(qui gli orari TV), Mattia Binotto rivela che la Ferrari porterà all’Hungaroring una nuova evoluzione del suo pacchetto aerodinamico.

BINOTTO: Budapest è una pista notoriamente delicata sul fronte raffreddamento e che richiede una configurazione di alto carico aerodinamico. Per tipologia di curve inoltre, le gomme sono fortemente sollecitate, anche sul singolo giro di qualifica.

Qui cercheremo ulteriore conferma che la nostra vettura sia migliorata su varie tipologie di tracciato.

Potremo contare sugli elementi introdotti di recente ai quali si aggiungerà qualche modifica aerodinamica.
Ci concentrando, ovviamente, anche sul risolvere i recenti problemi di affidabilità con l’obiettivo di evitare che si ripetano in futuro.

E voi cosa ne pensate? L’Hungaroring potrebbe davvero confermare l’evoluzione della SF90, o sarà costretta a subire un nuovo dominio della Mercedes W10? Parliamone nei commenti


E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!