F1 – GP Australia – Le dichiarazioni dei piloti

UN TRISTE INIZIO – Si è aperto ufficialmente il sipario sul primo appuntamento del campionato 2019 di F1. Un inizio che, sinceramente, non ci aspettavamo, segnato dall’improvvisa scomparsa di Charlie Whiting. Purtroppo, com’era prevedibile, la morte del direttore di corsa, ha scosso principalmente le persone che in questi anni hanno lavorato con l’inglese. I piloti presenti alla conferenza stampa, hanno omaggiato con un loro ricordo, una figura così carismatica e ben voluta come Whiting.

Diamo la parola ai piloti e alle loro prime dichiarazioni ufficiali.

SEBASTIAN VETTEL 

“Charlie era una bravissima persona, sono sconvolto, il mio pensiero va alla famiglia e alle persone care.”

“I test quest’anno sono andati bene rispetto all’anno scorso. Abbiamo avuto dei riscontri postivi che ci rendono fiduciosi. Il primo  weekend è difficile come sempre, perché non sappiamo come andrà la monoposto al debutto. Rispetto alle regole tecniche dell’anno scorso non ho sentito molte differenze con la monoposto di quest’anno.”

“Io e Charles abbiamo la priorità di portare in alto la Ferrari, in questo momento non è possibile pensare ad alcuni tipi di scenari.”

“C’è tanta passione all’interno del nostro team e vogliamo dimostrarla ai nostri tifosi vincendo, cercheremo di portarla per tutta la stagione.”

LEWIS HAMILTON

“Prego per la sua anima e il mio pensiero va alla sua famiglia. Charlie era un brav’uomo e mancherà a tutti noi.”

“È difficile capire cosa hanno fatto gli altri durante l’inverno. Noi sappiamo dove siamo e in quali zone migliorare la vettura, siamo concentrati come e sempre per un unico obbiettivo. L’energia all’interno del team è molto motivante. Toto ci stimola ogni giorno a dare sempre il meglio in quello che facciamo.”

“Sarà interessante vedere la situazione dei nostri avversari quando saremo in pista per fare sul serio.”

“Sarà una lunga stagione, sarà fondamentale portare a termine le gare. Non mi preoccupo molto di quello che succederà domenica.”

“Io e il mio compagno [Bottas] siamo liberi di gareggiare, ma la cosa è sempre stata così nel nostro team, finche uno dei due non è in una posizione avvantaggiata in campionato siamo liberi di confrontarci in pista.”

MAX VERSTAPPEN 

“È stato un grosso shock, ho passato qualche ora con lui [Whiting] a Ginevra qualche settimana fa. Salutandolo gli ho dato l’arrivederci all’Australia. Non credevo che fosse l’ultima volta che l’avrei incontrato”

“Il test invernale è stato un buon inizio. Il nuovo motore si è integrato bene con il nuovo telaio. Siamo contenti di ciò che abbiamo fatto a Barcellona. L’atmosfera all’interno del team è molto rilassata e ottimista per la stagione.”

“Il punto per il giro veloce può essere una cosa interessante, possiamo ‘giocare’ con il team, ma sinceramente non penso influirà sulle posizioni nella classifica del campionato.”

DANIEL RICCIARDO

“Sono rimasto esterrefatto, non certo la migliore notizia con cui svegliarsi la mattina. Lui [Whiting] era sempre dalla nostra parte, non ci zittiva mai neanche quando avevamo pareri contrastanti tra noi piloti e la direzione gara.”

“Per me tante cose sono cambiate, ho cambiato squadra, tanti impegni con i media e in fabbrica per conoscere il mio nuovo team questo inverno.”

“Non penso di partire dalla prima fila quest’anno, probabilmente dovrò cercare di uscire dalla lotta di centro griglia.”

“Per me è stata una pausa invernale rilassante, ho trascorso la maggior parte del tempo con la mia famiglia e con i miei amici qui in Australia.”

ROBERT KUBICA

“L’ho visto ieri [Whiting] e non l’ho fermato perché pensavo d’incontrarlo domani nel briefing con i piloti. È una notizia che mi rattrista molto.

“È passato tanto tempo dalla mia ultima gara, sono molto emozionato e devo cercare di abituarmi a questa nuova F1. Nei test siamo stati ritardatari e per questo siamo indietro rispetto al resto dei team. Non possiamo cambiare le cose e cercare di ottimizzare le risorse che abbiamo.”

“È stato un inverno impegnativo per me, lavorare con il team è stato molto bello perché sapevo che quest’anno sarei tornato ad essere un pilota ufficiale.”

UNISCITI AL CLAN, SEGUICI SU FACEBOOK

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!