Indy 500 – Alonso è fuori! Non si qualifica alla 500 miglia di Indianapolis

Dopo essere stato escluso dai primi 30 piloti che hanno accesso diretto alla gara della 500 miglia di Indianapolis, in programma Domenica 26 Maggio 2019, a Fernando Alonso restava l’ultima possibilità di qualificarsi per la gara: il cosiddetto evento “Bump Day”.

Alonso Flop alla 500 miglia di Indianapolis, non si qualifica alla gara

Nel “Bump Day”, gli ultimi sei piloti si sfidano per conquistare gli ultimi 3 posti che avranno accesso alla gara. Un unico tentativo per ogni pilota, usa sola occasione per garantirsi la qualificazione alla 500 miglia di Indianapolis.

Nonostante Fernando Alonso e la sua Mclaren abbiano dato battaglia, il pilota spagnolo non è riuscito a qualificarsi. Il pilota spagnolo ha chiuso al terzultimo posto, venendo escluso insieme all’ex pilota di F1, Max Chilton.

Che mazzata Fernando, addio alla tripla corona?

Un duro colpo per il campione del mondo 2005 e 2006 di Formula 1 che dopo aver conquistato la 24 ore di Le Mans, puntava anche alla Indy 500 per chiudere il cerchio e conquistare la tanto agognata “tripla corona”.

Intervista a Fernando Alonso dopo le qualifiche della Indy 500

Un visibilmente deluso Fernando Alonso ha cosi commentato l’esclusione della gara. Fanno pensare le parole della spagnolo, che sottolinea quanto sia difficile competere sul difficile catino di Indianapolis.

Uno shock sia per Alonso che per tutti coloro che pensavano che le gare americane avessero un livello più basso rispetto a quelle oltre oceano.

ALONSO: E’ molto frustante. Non eravamo abbastanza veloci e abbiamo avuto diversi problemi. In certe aree non eravamo molto preparati. Non meritavamo la qualificazione!

Abbiamo provato diverse modifiche al setup, ho provato a fare quattro giri a pieno gas. Non è bastato. Non è mai facile guidare al limite a 330 km/h.


E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!