F1 Gp Brasile – Il Pagellone

SAMBA –  Il Gran Premio del Brasile, nonostante Interlagos sia ormai “anacronistica” per le monoposto moderne(In qualifica si è arrivato a girare in 1.07.3), ci regala sempre  gare da ricordare. Avevamo detto che il “9” l’avremmo assegnato solo a imprese degne di essere ricordate..Beh. Diamo inizio alle danze, via con le pagelle!

HAMILTON – 7.5  Luigino lo liquidiamo velocemente. Proprio come il professore che alle interrogazioni manda subito a “sedere” il secchione di turno. Hamilton in Brasile mostra il meglio del suo repertorio: giro micidiale in qualifica, gara intelligente e il suo tocco di classe: “Colpo di culo della divina scuola di hokuto”

VERSTAPPEN  – 9  Si, nove. Il mezzo voto in più è per la scenetta ai box con Ocon. Quelli del “politically correct” possono anche smettere di leggere. E’ stata una reazione “umana” nei limiti del buon senso, poche storie. Verstappen fa paura. Sorpassa praticamente tutti con manovre strappa applausi, gestisce sapientemente le gomme. Un finale di stagione che sa tanto di “2019, iniziate a tremare”. Nel frattempo, il “Karma” lo punisce per le n-mila volte in cui ha “baciato” una carena rossa.

VETTEL – 5  Venerdi diceva di avere qualcosa che penzolava tra sue le gambe. Domenica, a penzolare, sono state le balle dei tifosi Ferrari, di fronte a una gara incolore. Problemi inspiegabili alla sua monoposto, in una domenica semplicemente “no”.

RAIKKONEN – 6.5   Quaranta giri dietro Bottas. E non è la prima volta quest’anno. L’avesse mai fatto lui, ogni volta che si trovava una Mercedes dietro. Con l’ennesima gara solida, tranquilla(fin troppo), mette una seria ipoteca sul terzo posto finale. Voto 8 per la scenetta del podio.

BOTTAS – 4  Niente, è andato. Non ricorda più cosa vuol dire essere un pilota libero da ordini. Ha perso l’abitudine a lottare, ha perso la fame di fare bene. Voto 9 per il suo ruolo da cagnolino. Uomo chiave del successo Mercedes. Verstappen è ad appena 3 punti..

LECLERC – 7.5   La magia in qualifica, la “difesa” su Vettel. Il biglietto da visita per l’anno prossimo ?

RED BULL – 8.5   Un crescendo di prestazioni, fino ad arrivare a lottare costantemente con le due principesse. Cos’è successo al team austriaco ? Non solo il passo gara è fenomenale, non pesa neanche sulle gomme. Mentre gli altri sono completamente allo sbando, le gomme dei due tori possono farne due di gp. E se davvero l’anno prossimo Honda si rivelasse un motore all’altezza ?

FERRARI – 5  La partenza con le soft, da punto di forza, s’è dimostrata una scelta sbagliata. Ma non è questo il punto, la monoposto ha sofferto pesantemente di blistering già dalle prove libere. Forse era una scelta obbligata. La domanda è: Perchè ? Perche all’improvviso questo eccessivo peso sulle gomme? Velocità di punta da record in qualifica, in gara svanite del tutto.

OCON – 0 Ti vuoi sdoppiare? Ci può anche stare. Usi il DRS a fine rettilineo e provi a vedere se ti riesce il sorpasso facile. Ma che in mezzo alla S di Senna, ti lanci in un sorpasso azzardato sul leader della gara…

O sei stupido, o sei pilota di Toto Wolff(Mercedes) .Penose le dichiarazioni dopo l’incontro nel paddock con Verstappen “Mammina, mi ha toccato!!”. Volevi fare lo “show”?. Prenditi le tue responsabilità.

FIA – 0   A pensare male.. Siamo complottisti, che volete farci ? O meno ingenui di qualcun altro ? Eppure tutti gli indizi si sommano ad ogni appuntamento, ad ogni sessione. Non sono stupidi in FIA o “venduti” alla Mercedes. Vogliono solo trasformare la F1 in un “trash show” alla americana. Ne avevamo parlato in questo articolo.

Il siparietto delle qualifiche è stato imbarazzante. La gestione Ocon-Verstappen, sfiora l’orrido più che il ridicolo.

Ti è piaciuto il Pagellone? Condividilo su Facebook e metti Like alla nostra pagina FacebookInstagram per restare aggiornato sul Clan !

 

UNISCITI AL CLAN, SEGUICI SU FACEBOOK

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!