f1 ferrari le vittorie sfuggite

F1 – Vettel, nessuna penalità per la scenata del GP del Canada

F1 Ferrari, non ci saranno penalità a Sebastian Vettel per la scenata post gara del GP del Canada

Hans-Gerd Ennser, uno dei tre commissari insieme al nostro Michele Pirro ad aver decretato la penalità ai danni di Sebastian Vettel nel GP del Canada, ha svelato alcuni retroscena sulla vicenda.

Ennser ha dichiarato che non ci saranno penalità aggiuntive per quanto riguarda la scenata messa in atto da Sebastian Vettel al termine della gara, colmo di ira per la vittoria sottratta.

Vettel cambia l'ordine delle tabelle al termine del gp del canada

Sebastian Vettel aveva cambiato la posizione delle tabelle che indicano la posizione d’arrivo, davanti le monoposto.

ENNSER: Abbiamo discusso anche della reazione di Vettel a fine gara, ma abbiamo pensato che fossero azioni dettate dalle emozioni e dalla grande pressione a cui è stato sottoposto. Cosi abbiamo deciso non intervenire ulteriormente.

Vettel, i commissari hanno deciso di punirlo con la penalità meno pesante a disposizione

Ennser ha poi aggiunto che il trio di commissari è stato anche magnanimo nei confronti del pilota della Ferrari, la penalità di 5 secondi è stata la sanzione minima applicabile.

ENNSER: Potevano essere anche 10 o 20 secondi o una penalità stop-and-go. Abbiamo scelto la penalità meno costosa tra quelle a disposizione per quella tipologia di infrazione.

Ferrari nel frattempo sembra aver deciso di ritirare il ricorso in sede FIA, per postare la questione in altri lidi.

E voi cosa ne pensate del gesto si Sebastian Vettel a fine gara? Parliamone nei commenti!


2 Comments

  1. Giovanni Alberto Cremaschi Reply

    Penso che Vettel, anche se involontariamente, ha stretto Hamilton verso il bordo pista e il muro, con conseguente frenata dell’inglese per non arrivare al contatto..
    Stando al regolamento in vigore i commissari non potevano astenersi dal dare la penalità, forse in alernativa si poteva chiedere a Vettel di dare la posizione a Hamilton a fine 48° giro, o nel giro 49, creando così una possibilità per il ferrarista di riguadagnare il primato in pista, e lasciando intatto lo spettacolo.
    Ma credo che l’attuale regolamento FIA non preveda questa norma.

  2. Fabio Reply

    È una penalità assurda perché manca assolutamente la volontarietà, Vettel è uscito di pista e essendo finito nell’erba, ad alta velocità, non aveva nessuna possibilità di rallentare ed anzi , come chiunque sa se ha una minima esperienza di gare in pista , stava cercando di non perdere la macchina ed andare a sbattere: era al limiti della sopravvivenza e non poteva certo prestare attenzione ad Hamilton che anzi in maniera molto “sadica ” si è buttato dentro sapendo perfettamente che se Vettel avesse perso la macchina ci sarebbe stato l’incidente. Veramente assurda questa penalità. F1 da taxisti.

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!