F1 – Pagellone Gran Premio del Canada, con il lutto nel cuore

Le Pagelle del Gran Premio del Canada, nel classico Pagellone Motorsport Clan

Un gran premio del Canada che dire che ci ha lasciato l’amaro in bocca, è dir poco. Chi ci conosce e ci legge da tempo, sa che le nostre pagelle sono un misto tra serio e faceto, ma oggi abbiamo davvero poca voglia di essere divertenti.

Amiamo la F1, per noi questo è un giorno triste. E pensiamo lo sia soprattutto per i tifosi Mercedes e di Lewis Hamilton, quelli veri.

Del nostro pensiero sul “fattaccio” di ieri ne parleremo in un’articolo dedicato, con un approfondimento sulla situazione attuale della Formula 1. Adesso andiamo con le pagelle del GP del Canada!

Pagelle del Gp del Canada

VETTEL – 9 – Conquista una fantastica pole position al Sabato, con un giro che ancora oggi è difficile da comprendere. Due decimi a Hamilton e addirittura 6 al “Messia” compagno di squadra.

In gara tiene un gran ritmo con le gomme medium, passando alle hard la sua Ferrari ritrova tutti i problemi di “finestra” che tormentano la SF90. Prova a tenere dietro un’arrembante Hamilton, parecchio più veloce in quel frangente. L’uscita di pista gli costa caro, ma c’ha messo del suo per ritrovarsi a contendere la pole e la vittoria del gran premio a questa Mercedes.

Un voto in più per la scena sotto al podio. Non di buon gusto, ma almeno c’è qualcuno che incarna il pensiero di noi appassionati di Formula 1, tifosi Mercedes e non. Si, quanto accaduto ieri è un danno anche per i tifosi della stella a tre punte.

HAMILTON7 – Sarebbe 8.5, ma il suo fare da “showman” a tutti i costi, per poi contraddirsi quando c’è da giocare duri in pista, da sui nervi. Perchè? Giovedi, durante la conferenza stampa,  aveva detto di sognare un F1 da UOMINI VERI, senza servosterzo, con i motori V12, una F1 dove torni lo spettacolo. E in gara cosa fa? Una monoposto fa un fuoripista, gli esce davanti senza neanche toccarlo e lui non perde un secondo per lamentarsi alla radio.

E il duello maschio? La lotta vera? La sua gara è da 8.5, mette una pezza a una Mercedes che qui sembrava patire il ritorno Ferrari, grazie ai lunghi rettilinei di Montreal.

LECLERC7 – Charles continua a subire l’esperienza del compagno di squadra, con un grosso distacco subito in qualifica. Ci sta, se qualcuno s’aspettava di più, ha riposto troppe speranze in un ragazzo di 21 anni che deve crescere. In Ferrari continuano a rovinargli le gare con strategie fuori dalla comprensione umana, ma ieri difficilmente poteva sperare di più.

FERRARI4 – Per la strategia a Charles Leclerc. E basta! Non è la prima volta che in Ferrari perdono il focus sulla gestione gara di uno dei due piloti. Ferrari, come tutti i team di alto livello, hanno addirittura 2 squadre dedicate per la strategie. Una sul posto e una a casa a Maranello, il cosiddetto “muretto box virtuale”. E’ mai possibile, nonostante l’utilizzo di risorse cosi dispendiose, non riuscire ad focalizzarsi al meglio sulle strategie di entrambi i piloti?

BOTTAS5 – Bottas chi? Ieri era a Montreal?

VERSTAPPEN7 – Sabato è vittima sia di un Red Bull canna la strategia in Q2, sia dell’incidente di Magnussen che gli impedisce di terminare in giro con gomma soft. In gara è il solito animale da corsa, rimontando fin dove poteva.

RICCIARDO8 – In Canada abbiamo rivisto finalmente il vero Daniel. Autore di un giro clamoroso in qualifica, in gara ci ha fatto divertire resistendo come un dannato agli attacchi di una Mercedes. Si, di una Mercedes. Ok, anche in modo “scorretto”, prendendo in prestito una famosa mossa del suo ex-compagno di squadra.

HULKENBERG7 – Completa con maestria un ottimo 6°/7° per il team Renault che adesso punta dritto alla quarta posizione della Mclaren nella classifica costruttori!

GASLY – 5 – Pierre, non ci siamo. Abbiamo atteso più di qualche gara per esprimere un giudizio ponderato. Qui ti stai giocando il posto e la carriera. Sotto a lavorare!

STROLL9 – Il figlio di Paperon de Paperoni è autore di un’altra gara di alto livello. Raggiunge la zona punti addirittura al 9° posto, nonostante abbia corso con il motore Mercedes Spec 1, visto che quello nuovo è letteralmente esploso prima delle qualifiche.

VOTO0 – A Liberty media. Il vecchio Ecclestone non avrebbe l’avrebbe fatta passare liscia ai signori che ieri si sono resi protagonisti di una delle pagine più buie della storia della Formula 1. Ma non dovevano portare lo spettacolo, con la loro sapiente gestione americana?

ALFA ROMEO – 4 – Davvero? Da quarta forza del mondiale, adesso il biscione occupa la parte bassa delle classifica. Alla sue spalle solo quel che resta della Williams. In un circuito che teoricamente doveva favorirli. E’ tempo di suonare l’allarme.

TI PIACE IL PAGELLONE? – Unisciti al nostro Clan mettendo un like sulla pagina Facebook e raggiungici sul nostro Canale Telegram per commentare in diretta i principali eventi del Motorsport. Ti aspettiamo!


 

UNISCITI AL CLAN, SEGUICI SU FACEBOOK

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!