F1 – Leclerc: “Non è una catastrofe” Gp Baku Interviste

Charles Leclerc, autore di una prima parte di gara spettacolare nel GP di Azerbaijan, aveva sicuramente ben altre aspettative è sicuramente un po’ deluso della prestazione complessiva del weekend a Baku. Ma il giovane monegasco della Ferrari, che oggi ha chiuso in 5ª posizione, preferisce guardare il lato positivo e analizza così la sua corsa di oggi in questa intervista

La cosa positiva è stata il passo. Secondo me ieri, a parte il mio errore, il passo era molto buono e la pole era nelle nostre mani. Penso che quello non dobbiamo dimenticarlo,  anche se la Mercedes era molto forte in gara oggi. Dobbiamo lavorare un po’ ma non è così una catastrofe.

Partito 8° con gomma media, ha perso subito due posizioni a vantaggio delle altre vetture intorno a sé che montavano le gomme soft (più facili da mandare prima in temperatura).

Ma con il suo passo costante, l’ha portato ad approfittare del degrado degli pneumatici di tutti i piloti davanti a sé, fino a raggiungere agevolmente la prima posizione. Dopo il pit stop però non è più riuscito a riprendere i primi 4.

Il primo stint è stato molto buono. Dopo 2 tre giri del secondo stint mi hanno detto che non c’era possibilità di andare su quelli davanti. Quindi non volevo far vedere il passo sul giro, ma volevo solo fare il giro veloce.

Così il giovane Charles è riuscito in extremis a beccarsi il punticino per il giro più veloce in gara.

Sfruttando il vantaggio che aveva sui piloti dietro di lui, ha effettuato un cambio gomme a 4 giri dalla fine e grazie anche alla scia di alcuni piloti doppiati, ed ha ottenuto un eccezionale 1:43.009.


PER APPROFONDIRE 
GP BAKU FORMULA 1 | Ultime notizie

TELEGRAM – Vivi insieme a noi il Gp di Baku 2019, nella chat ufficiale del Clan su Telegram. Clicca qui per entrare nel gruppo


E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento!